40+40 ore: CISL Scuola A.M. Torino-Canavese Vince il Ricorso presso il Tribunale di Torino

in Notiziario
Nel momento in cui le scuole organizzano le attività dell’anno e perfezionano – con l’arrivo dei docenti supplenti annuali – i calendari annuali delle attività,  torna utile ricordare la sentenza n° 164/2016 (scaricabile qui di seguito) del Tribunale di Torino che, su ricorso di alcuni docenti tutelati da Cisl Scuola AM Torino Canavese, ha confermato l’interpretazione sindacale dell’art. 29 comma terzo del CCNL attualmente in vigore (limite massimo delle 40+40 ore annue) e ha sanzionato il dirigente scolastico che, nel predisporre la programmazione dei consigli di classe, non ha tenuto conto del monte ore dei docenti a cui vengono assegnate più di sei classi. Tale comportamento è stato giudicato come vero e proprio inadempimento contrattuale e, pertanto, ai docenti che erano stati impegnati nella esplicazione della loro attività per un numero di ore eccedente il limite previsto è stata riconosciuta, a titolo di risarcimento dei danni subiti, la dovuta retribuzione.
E’, dunque, da considerarsi illegittima la programmazione dei consigli di classe che non preveda un calendario di attività contenuto nelle 40 ore – come da contratto – per i docenti assegnatari di più di 6 classi. Tutti i docenti sono, pertanto, invitati a verificare il proprio piano delle attività annuali per controllarne la correttezza e a segnalare le inadempienze, in primis, al Dirigente medesimo, chiedendo la rettifica del piano o, almeno, l’indicazione della riconduzione degli impegni entro il limite delle 40 ore per i docenti interessati. Qualora tale adempimento non venisse posto in atto si invitano i docenti coinvolti a segnalare a Cisl Scuola il mancato rispetto del dettato contrattuale e della sentenza citata in introduzione.
A tal fine è utilizzabile il seguente indirizzo mail:  segreteria@cislscuolatorino.it

 

Scarica il Testo della Sentenza: sentenzatribtorino-1